21 Luglio 2010

Acqua di parma lancia la nuova colonia essenza

Il marchio ha presentato a Roma la neonata fragranza maschile, che debutterà a settembre in 1.700 doors, suddivise tra 32 mercati

Acqua di parma lancia la nuova colonia essenza

Acqua di Parma lancia Essenza, la nuova colonia maschile ispirata e dedicata all'eleganza della tradizione sartoriale italiana. Il marchio della colonia nata nel 1916 rilanciata sul mercato da Diego Della Valle e Luca Cordero di Montezemolo e poi ceduta al gruppo Lvmh nel 2001 torna, dunque, alle origini. Alle sartorie dove i flaconi con l'etichetta gialla facevano parte del corredo degli artigiani che profumavano i vestiti prima di consegnarli ai clienti. Un gesto semplice, ma grazie al quale Acqua di Parma divenne il profumo dell'élite e dello star system hollywoodiano. E proprio per rinverdire la liason con l'eleganza cosmopolita dell'italian style nel cinema di ieri e di oggi, il battesimo ufficiale della nuova referenza è avvenuto nella sontuosa Villa Aurelia di Roma, location ideale per gli smoking realizzati dai maestri dell'Accademia nazionale dei Sartori, Luca Litrico e Mario Napolitano in testa, a coté della mostra fotografica curata da Giovanni Gastel, autore della campagna pubblicitaria di Essenza. Immagini in bianco e nero e a colori scattate sui set di film che hanno fatto la storia del cinema, ma anche dell'eleganza su misura di Luchino Visconti e Marlon Brando, Robert de Niro e Marcello Mastroianni, Robert Hossein e Vittorio Gassman in una galleria di personaggi e di icone di Hollywood e di Cinecittà, accanto ai protagonisti di pellicole recenti come Stefano Accorsi e Sergio Castellitto. «Essenza è lo smoking della colonia, perché è la più pura, creata con ingredienti e dentro codici rigorosi, esaltata alla massima potenza», ha spiegato a MFF Gabriella Scarpa, presidente di Acqua di Parma. La distribuzione del profumo, dopo l'anteprima di agosto nei monomarca e in alcune profumerie préstige, toccherà 1.700 porte nel mondo per un totale di di 32 paesi. Il via con il mese di settembre. (riproduzione riservata)Michela Zio (Roma)