1 Ottobre 2010

Le Sex pistols di Parigi

La prima giornata delle passerelle francesi è dominata da uno spirito punk. Con la concettuale rilettura boyish, dai tratti couture, di Nicolas Ghesquière per Balenciaga E il racconto rock'n'roll di Balmain, affidato all'estetica metallica e sauvage di Christophe Decarnin

Le Sex pistols di Parigi

Nina Hagen e Sid Vicious. Si muove con un'anima musical l'ispirazione di due delle vedette della scena parigina. Che per la primavera-estate 2011 citano il mondo borchiato dei punk, con due sguardi diversi. Le boyish girl di Balenciaga vengono forgiate da Nicolas Ghesquière con un attitude intellettuale, rielaborato sapientemente con una ricerca di materiali e di lavorazioni couture. Più immediate, come fotogrammi da un backstage di concerto, le rock femme di Christophe Decarnin. Sfacciate, conturbanti, incatenate in giacche metallare. Perforate da spille da balia, strette da collier-catena con un piccolo lucchetto. All'interno, nelle pagine II e III, le recensioni dei défilé francesi.