22 Febbraio 2012

Autunno army per McQ

La linea young di Alexander McQueen debutta ispirandosi ai toni della brughiera e alle divise militari. Alessia Lucchese (Londra)

Autunno army per McQ

Un tappeto di foglie secche accompagna il viaggio della nuova McQ, linea giovane del marchio Alexander McQueen. Che proprio dalle tonalità fredde di questa stagione, come il verde brughiera e il marrone terra, trae spunto per una collezione dal piglio military, nei cappotti bicolore stretti in vita da grosse cinture, che si bilanciano con i colli in pelliccia da volpe. Le foglie d'autunno compaiono ricamate su abiti dalla silhouette scultorea, dove maglieria e pelliccia si mescolano nelle shirt da indossare sotto ampi cappotti in stampa macro check di reminiscenza scottish. Fino a disegnare rilievi barocchi sui coat da sera in velluto o sui cocktail dress dalle gonne a corolla, tempestati di fiori tridimensionali, per trionfare appuntati sugli abiti in pizzo come quello indossato al termine della sfilata dalla top Kristen McMenamy, una sorta di dea che conduce gli spettatori in una foresta vera e propria nel cuore di New Oxford street. Ad accompagnare la donna anche alcuni pezzi della collezione menswear, che rinforza il nuovo immaginario del marchio di un uomo powerful che sa bilanciare il proprio look tra kilt, bluson in pelle avvitati e maxi coat militari.

Giudizio. La McQ sembra essere definitivamente pronta per camminare sulle proprie gambe. Merito di Sarah Burton, che con questa sfilata ha trasformato una linea diffusion in qualcosa di più, dandole anima e corpo. E che anche Ppr voglia scommettere su questa nuova avventura lo dimostra la presenza di François Henri Pinault, patron del gruppo, in prima fila a godersi gli applausi di uno degli show più intensi di questa fashion week. (riproduzione riservata)