22 Febbraio 2012

Uniqueness, via alla seconda fase

La linea creata dalla Facchinetti sarà pensata interagendo, sul web, con il cliente finale

Uniqueness, via alla seconda fase
Un abito Uniqueness

Uniqueness cavalca la rivoluzione della moda ai tempi del web. Con l'esordio a Parigi dello scorso settembre la linea ready to wear disegnata da Alessandra Facchinetti e nata da un'idea di Pietro Negra, numero uno di Cris Conf (l'azienda a cui fa capo il main brand Pinko) aveva subito dichiarato la volontà di riscrivere le regole del gioco del fashion system. Sia in termini di tempistiche sia di concept, con una collezione che si muove entro i binari del no-season. Ora partirà la fase numero due. «Il mio sogno è creare una sorta di laboratorio creativo che coinvolga in prima persona gli utenti, in modo da avere spunti e influenze che consentano di arrivare alla prima collezione user generated, ovvero concepita dagli utenti», ha spiegato in quest'intervista a MFF Alessandra Facchinetti. Il progetto sarà anticipato nel corso della presentazione della prossima collezione Uniqueness a Milano, il 25 febbraio nelle sale della Triennale.

Come è nato questo progetto?

Fin da subito abbiamo voluto lanciare un sito completo dove, oltre all'area e-commerce, ci fosse anche una parte per così dire istituzionale che prevedesse un continuo contatto con gli utenti. Ora abbiamo deciso di rendere indipendente una di queste sezioni, quella chiamata Cast. Diventerà un sito a sé stante dove lancerò di volta in volta uno spunto di riflessione per interagire con gli utenti. Da questo scambio reciproco potrebbe nascere in futuro la prima collezione realizzata direttamente con loro, la prima forma di condivisione del lavoro di stilista.

Perché avete scelto Milano?

La nostra idea è scegliere ogni volta una città diversa per raccontare il nostro progetto. Non vogliamo essere vincolati dall'una o dall'altra fashion week. Il nostro è un concetto di moda legato al web e dato che l'online è sinonimo di approccio worldwide vogliamo esserlo anche noi.

Sarà fatta da un numero limitato di pezzi?

Anche questa stagione abbiamo sviluppato una trentina di outfit con una forte predominanza di abiti e top. L'ispirazione principale è Barock 'n roll, via di mezzo tra la forte connotazione urban e la ricchezza baroccheggiante dell'oro.

Come è stato percepito dai clienti il progetto Uniqueness?

È stato molto apprezzato all'estero. L'Italia è il principale paese in termini di visite e acquisti ma abbiamo ottenuto un ottimo feedback anche da Regno Unito, Francia, Stati Uniti. Ora apriremo dei pop up store in diverse città per raccontare il prodotto. Ovviamente si tratterà di punti vendita itineranti, in linea con il Dna di Uniqueness. (riproduzione riservata)Milena Bello