22 Febbraio 2012

Valentino celebra a Milano i 50 anni

La griffe inaugurerà domani sera la rinnovata boutique di via Montenapoleone, frutto del nuovo concept studiato da David Chipperfield, e presenterà in anteprima la capsule collection realizzata per l'anniversario. Chiara Bottoni

Valentino celebra a Milano i 50 anni

Un nuovo store concept, specchio dell'estetica contemporanea della griffe, e una capsule collection celebrativa. La maison Valentino torna a far parlare di sé, a poche settimane dallo special event fiorentino di Pitti immagine uomo, con un altro appuntamento che si inserisce nel calendario dei festeggiamenti il 50° anniversario del brand. Domani sera, infatti, sarà inaugurata ufficialmente la rinnovata boutique milanese in via Montenapoleone, oggetto di un piano di restyling ad opera di David Chipperfield sotto la direzione creativa di Maria Grazia Chiuri e Pierpaolo Piccioli. Uno spazio di oltre 860 metri quadrati che terrà a battesimo la speciale capsule collection realizzata dai due stilisti e che si sposterà per seguire gli eventi della griffe a livello internazionale. Un duplice appuntamento che segna un ulteriore passo nel percorso evolutivo di Valentino, come hanno raccontato a MFF i due stilisti in questa intervista.

In che modo questo store si sposa con la vostra visione di Valentino?

Sentivamo il bisogno di riprogettare lo spazio non unicamente decorandolo ma traducendo il Dna e l'iconografia di Valentino in un luogo dall'estetica nuova. Volevamo trasmettere al pubblico i nostri codici legandoli al nostro heritage, creando un universo contemporaneo frutto del sottile equilibrio tra eleganza, grazia e contrapposizioni di dettagli e materiali diversi. Chiepperfield è riuscito a tradurre l'iconicità e la modernità di Valentino in un discorso fluido senza tempo, traducendo esattamente la nostra visione. Quali sono le peculiarità della boutique?

Volevamo che lo store trasmettesse l'idea dell'eleganza dei palazzi italiani, un'allure monumentale e sontuosa dove il lusso non è ostentato. La narrativa delle superfici è data dal susseguirsi degli spazi, stanze eleganti ciascuna caratterizzata da un segno iconico. Abbiamo voluto ricercare e trasmettere un senso di intimità per poter far sentire il cliente accolto e farlo entrare in sintonia con la nostra visione. Terrazzi alla veneziana come cornice delle stanze, pareti di gesso a ricordare le quinte di un teatro, specchi smerigliati o tubi di vetro per effetti di drappeggi glacé, grandi lampadari con lenti ottiche a decorare e illuminare con riflessi di luce. Gli interni sintetici ed eleganti convivono in sintonia con gli arredi dall'allure di una collezione personale che alterna pezzi moderni a elementi art déco.

Quali sono le caratteristiche della collezione per il 50° anniversario?

Con questa capsule collection abbiamo voluto unire il nostro presente alle origini, trasmettendo un'iconocità atemporale e un senso grafico dell'eleganza. Abbiamo utilizzato stampe, che fanno parte del nostro heritage, per creare capospalla iconici abbinati a abiti in pizzo e accessori con studs e vernice. Non si tratta di semplici riedizioni ma di capi contemporanei dove l'innovazione parte dalla memoria.

Da quanti pezzi sarà formata?

La capsule collection è composta da sei look completi in edizione limitata. I capospalla dall'impronta couture in panno double di cashmere e lana sono i protagonisti: mantella, peacot, cappotto, tunica-poncho e top boxy. Il pizzo, declinato su abiti, gonne, short e top, fa risaltare gli over importanti dai diversi print maculati: giraffa, jaguaro, tigre, cheetah, zebra e pantera. Gli accessori completano i look e lo arricchiscono: foulard dagli stessi motivi animalier, mocassini flat, scarpe stringate o Chelsea boots dal tacco basso con maxi borchie e bracelet bags in velluto borchiato in diverse tonalità.

Ci saranno altri modi in cui festeggerete nel corso del 2012 il 50° anniversario della maison?

Abbiamo iniziato l'anno festeggiando l'anniversario con la nostra prima sfilata uomo all'interno di Pitti immagine, esattamente 50 anni dopo la famosa collezione presentata da Valentino nella Sala Bianca nel 1962. Il 2012 è un anno molto speciale per noi, un anno di consapevolezza rispetto alla storia e alla memoria del marchio ma anche di rinnovo e innovazione. (riproduzione riservata)