25 Maggio 2012

Armani, ricavi a +13,6%

Il gruppo chiude il 2011 con un fatturato di 1,8 miliardi e con ebit in progressione del 23,2%. La Cina avanza del 45%. Chiara Bottoni

Ricavi consolidati in crescita del 13,6% a 1,8 miliardi di euro, un fatturato indotto a valori retail di 6,7 miliardi (+11,8%), un ebit in progressione a doppia cifra (+23,2%) salito a 282 milioni (con un’incidenza sui ricavi netti del 15,6%) e una liquidità di 643 milioni. Questi, in estrema sintesi, sono i principali indicatori finanziari del conto economico 2011 del gruppo Giorgio Armani, che non ha reso noto però il dato relativo all’utile netto. «Risultati ottenuti grazie a un’attenta politica di diversificazione dei marchi, a una strategia industriale chiara, equilibrata, orientata a creare valore sano e duraturo e non ultimo grazie all’importante supporto dei nostri partner», ha sottolineato lo stilista-imprenditore. Che, nel corso del 2011, ha visto la crescita del suo impero proseguire bilanciata sia per quanto concerne le varie categorie di prodotto, con l’abbigliamento a pesare per un 57% sulle vendite totali, seguito da profumi e cosmetici (26%), sia per quanto concerne le singole aree geografiche. Con l’Europa a rappresentare la parte del leone con una quota del 31% (esclusa Italia), seguita dal Nordamerica (23%) e dall’Estremo Oriente, che ad oggi ha ancora un’incidenza limitata al 17% pur nascondendo un grande potenziale di crescita. Potenziale dimostrato dalla progressione della Cina, dove tra una settimana Armani organizzerà un grande evento a Pechino (l’evento Giorgio Armani-One night only in Beijing è previsto il 31 maggio, ndr), paese cresciuto del 45% nel 2011 e dove il gruppo, sbarcato nel 1998 con la sua prima boutique Giorgio Armani, conta 289 negozi in 50 città nella Greater China sui 2.125 punti vendita presenti worldwide (di cui 751 tra negozi di proprietà e freestanding terzi). Numeri che consentono ad Armani di guardare: «Con fiducia al futuro operando sempre in un’ottica di lungo periodo». (riproduzione riservata)