8 Settembre 2012

Ne.Tiger, haute couture sulla via della seta

di Barbara Rodeschini

Ne.Tiger, haute couture sulla via della seta

È stato uno degli interventi più attesi del Mfgs-Milano fashion global summit 2012. La visione di Zhang Zhifeng, fondatore e anima creativa del marchio di alta moda Ne.Tiger, ha prima incuriosito e poi sorpreso grazie a un mix di imprenditorialità e senso dello stile culminati nella sfilata-evento tenutasi ieri sera nella suggestiva cornice della sala Tiepolo di Palazzo Clerici a Milano. Special guest della kermesse sino-italiana, Zhang Zhifeng (nella foto a lato e sotto un look presentato ieri sera in pedana) si fa portavoce della civiltà e delle tradizioni culturali cinesi partendo da un prodotto simbolo come la seta, che diventa protagonista della collezione «Huafu». Nello show di Ne.Tiger convivono avanguardia e tradizione, ricami e pitture realizzate a mano, per una femminilità senza frontiere. Pezzi chiave della collezione sono gli abiti da sera, tra la maestria artigianale cinese e una silhouette elegantemente contemporanea. «È sempre difficile scegliere dei modelli più significativi di altri all’interno di una collezione», ha spiegato a MFF il creativo, fondatore e direttore artistico di Beijing Ne.Tiger fashion co. ltd, società a cui fa capo il marchio, «tuttavia sono due le creazioni che più sono vicine al mio cuore. La prima è un long dress blu notte ricamato con il motivo del dragone che abbraccia ed esalta la figura. Il mio segno zodiacale è quello del dragone e il 2012 è il suo anno. Non solo, questo abito è ricamato con un speciale filo che all’imbrunire risplende di luce propria. Amo molto anche un abito che riprende la forma del design di un bicchiere della dinastia Tang. Sulla seta croccante è ricamata un’appassionata poesia del poeta Li Bai. È un componimento molto romantico dedicato alle mogli dell’imperatore e alla loro solitudine all’epoca l’imperatore aveva 3 mila mogli e poteva succedere che alcune non lo vedessero per anni. A queste donne speciali, fedeli al marito e capaci di gestire l’incertezza del loro quotidiano, sono dedicate queste intense parole». (riproduzione riservata)