16 Gennaio 2013

La jam session di dsquared2

Atmosfere da jazz club per la collezione invernale disegnata dai gemelli Dean e Dan Caten

di Chiara Bottoni

La jam session di dsquared2

Jammin’ the blues in casa Dsquared2. Il duo dietro cui si nascondono i gemelli Dean e Dan Caten non tradisce le aspettative e accompagna il suo pubblico in un immaginario jazz club per raccontare l’autunno-inverno 2013/14 del marchio prodotto dal gruppo Otb-Only the brave. In scena, cloni di Denzel Washington in Mo’ better blues o in American gangster, vestiti per la loro improvvisazione con doppiopetto decorati da spille di cristalli multicolor, pantaloni morbidi arrotolati a lasciare intravvedere calzettoni colorati e scarponcini stringati con la para. In testa l’immancabile cappello. Due pezzi quadrettati vengono portati con un’attitudine rilassata, gilet e camicie in popeline spuntano da cappotti di ispirazione militaresca. Toppe sui pull e inserti in pelle conferiscono alla collezione un’attitudine casual. La stessa che si percepisce negli ensemble per la sera, costruiti intorno al tuxedo, audace in velluto percorso da micro bagliori. Tra camicie smoking in jeans e shirt percorse da un ricamo di rose di cristalli neri. Che conducono a un finale dove i modelli, tutti di colore, sfilano coperti solo dal loro underwear.

Giudizio. I gemelli canadesi Dean e Dan Caten scelgono, anche questa volta, di puntare su scenografie da vero e proprio show per presentare una collezione scanzonata e divertente. Il prodotto è essenziale. Molto peso viene dato allo styling e agli accessori, dalle maxi bag da week end fino agli occhiali tondi di stampo 40s. Questa è la strada che hanno scelto i Dsquared2 e questo è quello che al loro pubblico piace. (riproduzione riservata)