1 Maggio 2013

Brian&Barry, via Borgogna diventerà un maxistore

Importante investimento immobiliare della famiglia Zaccardi per trasformare l’attuale boutique in un concorrente dei nuovi department milanesi del lusso.

di Andrea Montanari

Brian&Barry, via Borgogna diventerà un maxistore
Lo store Brian&Barry di via Durini

La famiglia Zaccardi si espande nel cuore di Milano. I proprietari del gruppo BBB spa (e quindi dei marchi Brian&Barry e Boggi), ha deciso di puntare forte sulla capitale della moda italiana. Così con un importante investimento immobiliare ha deciso di trasformare il flagship (1.500 metri quadrati) a marchio Brian&Barry di via Durini-via Borgogna, a ridosso di Piazza San Babila, in un vero e proprio megastore multimarca e multipiano in stile Usa, acquistando altri piani dello stabile che ospita l’attuale store. Il progetto è appena partito, tanto che il cantiere è in fase di allestimento. Al momento questo è l’unico segnale tangibile del piano d’espansione nel cuore della città. Oltre all’apertura, avvenuta nei giorni scorsi, del concept e temporary store di via Borgogna che continua l’attività tradizionale dell’altro esercizio adiacente e ora under construction. Secondo i ben informati la famiglia Zaccardi ha deciso, con questo progetto, di rispondere agli altri superstore multimarca che sono spuntati di recente in centro città (vedi in particolare Excelsior). Ma potrebbe trattarsi anche di un primo passo verso una fase-due dell’ampliamento del core business dopo la diversificazione dei marchi e la maggior internazionalizzazione del brand Brian&Barry. E che Carlo, Claudio e Roberto Zaccardi (in origine proprietari di quest’ultimo marchio e che nel 2003 hanno rilevato la storica maison Boggi, fondata nel 1939), siano fortemente impegnati sul progetto milanese lo dimostra l’investimento economico, per ora top secret ma si dice alquanto importante, fatto per rilevare alcuni piani del prestigioso building di via Durini. L’operazione viene seguita con particolare attenzione dal quartier generale della Tristars, la holding che controlla l’operativa BBB spa anche perché potrebbe essere l’apripista per ulteriori piani di crescita e diversificazione dell’offerta. Una strategia che finora ha portato gli azionisti di riferimento di Boggi e Brian&Barry ad aprire 120 negozi in tutto il mondo. E dopo le ultime aperture oltreconfine di fine 2012 (Berlino e poi Zurigo) nel mese di giugno sono programmati gli opening degli store in due capitali ritenute particolarmente importanti nei pani di crescita: Mosca e Seul. (riproduzione riservata)