10 Settembre 2013

L’estate californiana di Tommy Hilfiger

Il marchio Usa da 3,216 miliardi di dollari accende la fashion week di New York con uno show energetico che celebra gli anni d’oro della West coast, tra colori vitaminici, stampe hawaiiane e tracce della cultura surf

di Giampietro Baudo (New York)

L’estate californiana  di Tommy Hilfiger

«Surf in Usa», cantano i Beach boys mentre tra le dune di sabbia e la spiaggia si aggira un esercito di ragazze americane dai fisici vitaminici e dall’estetica happy. l nuovo di Tommy Hilfiger è una partitura di matrice californiana. «Da Melrose a Malibù», ha spiegato il designer, alla guida di un gruppo da 3,216 miliardi di dollari di fatturato, oggi satellite di Pvh (le previsioni per l’anno in corso sono di toccare i 3,4 miliardi di dollari). «Ho voluto rendere omaggio agli anni d’oro della West coast...alla cultura surf, allo sport e a quell’ottimismo che racconta la California». E nelle 47 bellezze che scendono lungo in pontile di assi grezze, dai volti baciati dal sole e dai capelli mossi dalla brezza marina, c’è il riassunto del mood di stagione. Concentrato in quella Californication osannata dai Red hot chili peppers. Sono le polo semplici di pelle, cotone e neoprene. Sono i pantaloni slim e le gonnelline solcate da grandi zip come quelle delle mute da sub. Sono i patch cromatici da activewear. Sono le canotte baseball e i dettagli da gym time. Sono le tracce scuba disseminate qua e là. E ancora colate di rosso intenso e arancio tramonto, acuti di mare ceruleo e cielo turchese. Senza dimenticare le stampe, colate di fiori tropicali e lussurreggiati, fioriture hawaiiane e bouquet rigogliosi che spuntano sugli shorts, sulle T-shirt a casacca o sui giubbini college rubati a lui.

Giudizio. La California di Tommy Hilfiger conquista. Il designer accende la fashion week di New York con uno show energetico. Piacciono i look che salgono in pedana, svelti e facili, come insegna un sano pragmatismo Usa. Conquista lo styling, cool al punto giusto. E convince lo show, capace di raccontare un’estetica energetica e happy, figlia del sogno a stelle e strisce su cui Hilfiger ha cementato il suo impero. (riproduzione riservata)