24 Settembre 2014

Borbonese a tutto retail studia il ritorno in pedana

Il marchio aprirà in novembre un monomarca a Bologna, che battezzerà il nuovo concept store E mentre si rinforza nel segmento accessori sta lavorando per sviluppare l’area moda.

di Milena Bello

Borbonese a tutto retail studia il ritorno in pedana

Dopo l’inaugurazione a inizio anno del nuovo maxi showroom di via Monte di Pietà a Milano, Borbonese mette a punto i prossimi obiettivi del piano di restyling. A novembre è in programma l’apertura di una nuova boutique in via Clavature, nel centro storico di Bologna. «Si tratterà del primo vero flagship che testimonierà il nuovo corso del marchio», ha raccontato a MFF Giuseppe Di Nuccio, da marzo 2013 alla guida della storica maison, «abbiamo scelto il capoluogo emiliano proprio in virtù del forte legame con la città. Se Torino rappresenta la culla del marchio, Bologna è la storica sede delle nostre maestranze». Proprio nello stabilimento emiliano di Ozzano (Bologna), dove è stata trasferita da aprile la sede produttiva, verrà in un secondo momento aperto anche l’archivio e il museo di Borbonese. All’opening bolognese seguirà in un secondo momento («tra un paio d’anni», ha sottolineato Di Nuccio) il taglio del nastro di un punto vendita a Milano. Analogo timing per lo sbarco in passerella della maison. «Oltre al lavoro sugli accessori per rinnovare la collezione con nuovi prodotti che vogliono inserirsi nel segmento del cosiddetto acquisto aspirazionale, ci stiamo concentrando anche sull’abbigliamento», ha aggiunto il neoamministratore delegato, «con l’obiettivo di tornare a sfilare entro un paio d’anni». Altro tassello di crescita sarà il rafforzamento della quota legata all’estero che rappresenta per ora il 15% del turnover ed è legata soprattutto al mercato giapponese. E sarà svelato a breve il nome del partner commerciale online cinese con cui Borbonese sta per siglare un accordo per la vendita dei suoi prodotti all’interno della piattaforma di e-commerce. (riproduzione riservata)