24 Giugno 2016

Ice Iceberg riparte dall’Italia

Ice Iceberg riparte dall’Italia

Rilancio della bimba e un business plan che metterà al centro l’Italia, accanto all’Europa e ai Paesi arabi. Per poi ampliare il proprio focus ai mercati del Far East in tandem con i progetti del gruppo Gilmar. È questo il piano elaborato dalla pugliese Zero & company, nuova licenziataria di Ice Iceberg (nella foto due look) e che a quest’edizione di Pitti immagine bimbo presenta la prima collezione del marchio sotto il nuovo corso. Sul fronte prodotto, dopo un paio d’anni di assenza, torna la linea girl che si presenta ampliata. La collezione sarà distribuita nei paesi che rappresentano aree chiave per la linea adulto e quindi Olanda, Gran Bretagna, Russia e paesi arabi, oltre al mercato domestico. «L’Italia per le prime tre stagioni peserà per il 60% sul turnover con una copertura omogenea del canale multibrand», ha spiegato a MFF Pasquale Vendola, amministratore unico di Zero & company, già licenziataria di Cesare Paciotti e Carlo Pignatelli e che ora ha aggiunto al suo bouquet anche Boy London. «In più c’è il progetto dei multibrand aziendale lanciato un anno fa», ha aggiunto, «si chiama Zeropiù ed è una catena di negozi da 0 a 16 anni. Abbiamo inaugurato 14 store in Puglia e Sicilia e nei prossimi tre anni vogliamo aprirne una trentina in Italia».