19 Novembre 2016

Tod’s star a New York

La griffe da 419,4 milioni di ricavi nei nove mesi rende omaggio a Fellini e alla creatività italiana con Dante Ferretti, vestendo a festa le vetrine dello store di Madison avenue. Ludovica Tofanelli

di Ludovica Tofanelli

Tod’s star a New York

Federico Fellini, il circo, New York. Parole chiave che raccontano l’ultimo progetto Tod’s firmato Dante Ferretti, nonché il primo di una serie di eventi del brand volti a celebrare il mondo circense. Protagonista del debutto di #todscircus è stata la boutique newyorkese della griffe in Madison avenue, ma soprattutto le sue vetrine natalizie, plasmate dallo scenografo Dante Ferretti, che le ha trasformate e tematizzate ricostruendo parte del circo felliniano. «Volevamo qualcosa che potesse trasmettere la gioia di vivere. Il circo che arriva in città è sempre stato un evento importante. Mi ricorda l’infanzia e la gioia dell’arrivo del Natale», ha spiegato a MFF il numero uno del gruppo Diego Della Valle. Nella nottata di giovedì è così stato inaugurato il nuovo visual delle vetrine, festeggiando lo spettacolo estetico con un evento ad hoc, che ha visto come madrina d’eccezione Naomi Watts, affiancata da celebrities e influencer che hanno preso parte alla serata. «Ho sempre amato il circo e avendo fatto sei film con Fellini con questo tema è venuto in modo naturale svilupparlo. Con Diego, che è un grande amico da sempre, abbiamo pensato ad un’interpretazione divertente del mondo del circo, rievocando lo stile felliniano. Mi sembrava perfetto per l’atmosfera natalizia molto sentita in questi giorni a New York», ha poi raccontato Ferretti, tre volte premio Oscar per la scenografia, che attraverso questa espressione artistica ha portato nel cuore della grande mela il suo legame affettivo e professionale con lo stesso Fellini. Un modo, inoltre, per celebrare il connubio tra la cultura italiana del cinema e il made in Italy della griffe ammiraglia del gruppo, che nei primi nove mesi dell’esercizio in corso ha generato 419,4 milioni sul totale dei 757,7 milioni riportati dalla conglomerata marchigiana (vedere MFF del 25 ottobre). «Tod’s è un marchio che conosco da sempre, l’ho interpretato diverse volte, in vari eventi, esprime nei suoi prodotti l’essenza del made in Italy. Ho lavorato a diversi progetti, questo devo dire che è venuto molto bene, di grande impatto molto evocativo», ha quindi aggiunto lo scenografo. A completare l’iniziativa c’è stata poi una limited edition delle iconiche borse Double T, realizzate per l’occasione secondo il tema del progetto e disponibili esclusivamente nella boutique di New York. A seguire, riflettendo lo spirito itinerante del circo, #todscircus comincerà il suo viaggio per il mondo, animando altre città all’insegna della creatività italiana in un tour ancora top secret. (riproduzione riservata)