5 Gennaio 2017

Wang al vertice dà il via alla rivoluzione

Dopo le grandi manovre sul menswear, il designer e ceo si avvicina al see-now buy-now con la resort 2017 e progetta nuovi store. Mentre testa il kidswear con la figlia di Kim Kardashian.

Wang al vertice dà il via alla rivoluzione
Il nuovo adv di Wang

Alexander Wang chiude un anno rivoluzionario per la sua griffe. Ma i cambiamenti messi in atto dal designer sembrano essere solo all’inizio. Lo stilista statunitense di origini taiwanesi ha infatti assunto sei mesi fa i ruoli di chairman e ceo del brand, mantenendone al contempo la direzione creativa e dando il via a una vera rivoluzione (vedere MFF del 30 giugno). A partire dalle manovre sul menswear, che il designer, come anticipato da MFF (vedere il numero del 14 dicembre), ha rinnovato unificando le due label maschili e portando sotto l’unica etichetta Alexander Wang sia la main line sia T by Alexander Wang. «Da un punto di vista commerciale, unificare l’uomo sotto un’unica label permette di ottimizzare la produttività in varie parti del business, sia per i clienti che internamente, come anche per i fornitori e le factories. Possiamo concentrarci sull’espansione del prodotto in termini di offerta, qualità e sperimentazione tecnica senza incorrere in crossover e cannibalizzazione», ha spiegato a MFF il designer, che svelerà la fall-winter 2017/18 al maschile durante la fashion week uomo di Parigi, portandola poi in passerella con la donna a febbraio a New York. «Il nostro obiettivo ora è far crescere le vendite attraverso i nostri attuali punti di distribuzione e continuare ad espandere l’offerta», ha aggiunto lo stilista, in vista di novità anche sul fronte retail. In programma per il nuovo anno, infatti, ci sono alcune nuove boutique nei mercati asiatici. «Attualmente gli store aperti sono 26… Con nuovi negozi in arrivo nel nuovo anno in Giappone e Corea». Se il menswear è quindi stato il focus delle ultime operazioni del marchio, che secondo stime di mercato fatturerebbe circa 150 milioni di dollari (circa 144 milioni di euro al cambio di ieri), d’altra parte anche il segmento donna ha cominciato ad essere investito da una ventata di novità. La collezione femminile resort 2017, infatti, è stata svelata a stampa e pubblico attraverso il rilascio del lookbook in concomitanza con l’arrivo dei prodotti negli store. Testimoniando così un primo avvicinamento dello stilista al modello del see-now buy-now. E nel frattempo è anche arrivata la campagna spring-summer 2017, scattata da Inez & Vinoodh e battezzata Beyond reality. Negli ultimi giorni, poi, Alexander Wang ha iniziato a muover i primi passi nel kidswear. La sera di Natale, infatti, la figlia di Kim Kardashian e Kanye West, North West, ha indossato un abito nero e argento realizzato appositamente per lei dallo stilista americano, che già in passato aveva vestito la bambina. Mossa che potrebbe fare da apripista al lancio di una prima collezione dedicata ai più piccoli. Come d’altronde, prima di lui, aveva fatto Riccardo Tisci, designer di Givenchy (vedere MFF del 3 dicembre). (riproduzione riservata)