Articolo Londra cambia, meno heritage e più new talent
Cala il sipario sulla prima edizione della rinnovata London fashion week men’s Assenti i big name del made in Uk e le sartorie storiche di Savile row. Protagonisti i giovani designer.
Articolo Shows
Articolo Art school e Rottingdean bazaar conquistano Fashion east men’s
Articolo Woolmark, è tempo di denim
La realtà che fa capo alla società non profit Awi-Australian wool innovation svela a Pitti immagine uomo l’edizione 2018 del The Wool lab con un focus speciale sul mondo del jeanswear. Andrea Guolo (Firenze)
Articolo Golden goose, dieci anni da Superstar alla Stazione Leopolda
Il brand da 101 milioni di euro di fatturato sbarca alla kermesse fiorentina con una capsule collection esclusiva, che includerà anche una scarpa distribuita soltanto a 50 clienti storici. Ludovica Tofanelli (Firenze)
Articolo Blauer, ricavi col turbo (+19%)
Il brand della Fgf industries di Enzo Fusco batte le attese e chiude l’anno a 40 milioni, royalties escluse E per il 2017 si punta ai 50 milioni
Articolo Fila torna grande in Italia
Articolo Pollini gioca con l’horror 40s
Articolo Firenze, Doppio evento per Tod’s
Articolo Fugàto, pronti i primi monobrand
Articolo Bagutta inizia il rilancio
Il marchio di camiceria, che fa capo al gruppo Cit da 33 milioni di euro di fatturato, svela a Firenze la sua nuova immagine e si prepara al restyling dello store di Milano «Lo definiamo un nuovo inizio... Puntiamo sulla qualità assoluta per sopravvivere e per crescere», ha spiegato a MFF il numero uno Gavazzeni. Ludovica Tofanelli (Firenze)
Articolo Pitti incorona la storia di Ciro Paone e della sua Kiton
Articolo Hilfiger a tutto digital a Pitti
Il designer Usa, satellite di Pvh, approda a Firenze raccontando il suo menswear a 360 gradi. «Il nostro business worldwide sta andando forte... Stiamo investendo tanto sulla modernizzazione e, ogni progetto ideato per questa rassegna, rispecchia il nostro cammino».
Articolo Jacob Cohën diventa su misura e lancia a Firenze il laboratorio Made to measure
Articolo Roy Roger’s guarda all’estero con progetti e co-lab speciali
Il brand da 19 milioni di euro di ricavi, che fa capo al gruppo Sevenbell, si allea con la sartoria fiorentina Liverano&Liverano per una label speciale, che debutterà in autunno e continuerà anche nella s/s 2018.
Articolo Gildan rileva American apparel
Il gruppo canadese avrebbe battuto gli altri pretendenti mettendo sul piatto 88 milioni di dollari per acquistare la proprietà intellettuale del marchio, la cessione degli stock e il controllo produttivo. Il tribunale del Delaware dovrebbe confermare la cessione del brand, gravato da 177 milioni di dollari debiti, domani.
Articolo L’Oréal cresce nello skin-care
Il colosso ha rilevato da Valeant pharmaceuticals i brand AcneFree, CeraVe e Ambi per 1,3 miliardi di dollari. L’operazione consentirà al gruppo di rafforzarsi negli Usa
Articolo John Richmond al rilancio
Il marchio dell’omonimo stilista si affida ad Arav fashion per distribuzione e produzione e, forte dell’ingresso di Blue Skye, si prepara a sfilare a settembre durante la fashion week milanese con le collezioni uomo e donna. In anteprima già a febbraio sarà svelata una capsule di 40 capi iconici. In arrivo anche un flagship store e uno showroom nel cuore di Milano.
Articolo Woolrich, via alla newco per le calzature
Wp lavori in corso, a cui fa capo il brand e che guida la neocostituita Woolrich international, ha creato una società con Giano per debuttare nel nuovo segmento, svelato in anteprima a Pitti immagine uomo. E dopo aver chiuso il 2016 a 190 milioni di dollari di fatturato worldwide, ora il marchio punta ai 205 milioni. Andrea Guolo (Firenze)
Articolo Diadora in corsa double digit (+17%)
Il brand della Lir punta a chiudere a 155 milioni e sigla un accordo triennale con Roberto Baggio per una capsule.
Articolo Francia, retailer alla riscossa nel 2017
Dopo un 2016 da dimenticare, complici gli attentati e la crisi dei consumi, il nuovo anno segnerà la svolta per i department store francesi. Che già nel primo semestre dovrebbero correre oltre il 5%. Francesco Colamartino
Articolo Margiela in mostra al Galliera nel 2018
Articolo Herrera-De la Renta, è tempo di pace
Articolo Uniqlo, tre nuovi opening in Francia
Articolo Lil Yatchy guiderà lo stile di Nautica
Articolo Lululemon rivede al rialzo le guidance
Articolo NikeLab arruola A Cold Wall
Articolo Krizia parte alla conquista della Cina
Articolo Victoria Beckham, bilancio in rosso
Articolo Ivanka Trump lascia il suo brand moda
Articolo Azzaro, couture con Niarchos e Brandolini d’Adda
La maison festeggerà il suo 50esimo chiamando le due socialite per creare una capsule d’alta moda. Roberta Maddalena
Articolo Tod’s, Bonomi sale al 3%
Articolo Z Zegna torna alle sue origini con lo skiwear
La label sportiva, che vale il 15% degli 1,26 miliardi di euro di fatturato del gruppo Zegna, sbarca a Pitti uomo con la prima collezione disegnata da Alessandro Sartori che punta sulla crescita wholesale.
Articolo Il governo dà fiducia alla moda
Ieri, in occasione dell’inaugurazione della 91ª edizione di Pitti immagine uomo è stato annunciato un incremento del 45% degli investimenti sul fashion italiano per un totale di 36 milioni di euro sui 300 milioni totali del piano per il Made in Italy. «Abbiamo compreso la necessità di investire in maniera massiccia in un settore così strategico per il sistema Paese», ha detto il ministro dello Sviluppo economico Carlo Calenda