11 Gennaio 2017

Golden goose, dieci anni da Superstar alla Stazione Leopolda

Il brand da 101 milioni di euro di fatturato sbarca alla kermesse fiorentina con una capsule collection esclusiva, che includerà anche una scarpa distribuita soltanto a 50 clienti storici. Ludovica Tofanelli (Firenze)

Golden goose, dieci anni da Superstar alla Stazione Leopolda
La sneakers in limited edition creata da Golden goose per festeggiare il decimo compleanno della Superstar

Dieci anni dalla nascita dell’iconica Superstar, che Golden goose deluxe brand ha deciso di festeggiare con un debutto ad hoc a Pitti immagine uomo. Il marchio da 101 milioni di euro di fatturato nel 2016 (+29,5%) ha infatti conquistato la kermesse fiorentina del menswear con un evento celebrativo, battezzato Yes, I do e dedicato alla sua sneaker di punta, nata nel 2007. «Abbiamo pensato che i 10 anni fossero l’occasione ideale per venire a Firenze. Era un po’ che ci chiedevano di partecipare come special guest, con questo evento abbiamo trovato la chiave giusta con un avvenimento importante da raccontare», ha spiegato a MFF Roberta Benaglia, ceo e presidente del marchio controllato da Ergon capital partners. «Abbiamo deciso di partecipare sposando comunque la nostra filosofia dell’essere out of the crowd con un evento unico, diverso dai fashion show tradizionali», ha aggiunto l’ad. Tra skater in versione astronauta e musica tuonante, Golden goose ha così compiuto il suo debutto nella cornice underground della Stazione Leopolda, portando una collezione in edizione limitata dai richiami stellari. Partendo dal claim che accompagnava la Superstar dieci anni fa («Una stella arriva sulla terra») il marchio fondato dai creativi Francesca e Alessandro Gallo ha compiuto il viaggio inverso, portando la sua scarpa dalla terra alla luna, con texture e dettagli a tema. «Per l’occasione abbiamo realizzato una capsule collection di calzature e abbigliamento in limited edition, che presentiamo qui a Pitti e venderemo in campagna vendite... E poi una sneaker ancora più esclusiva realizzata in soli mille pezzi, che sarà distribuita già tra un mese a scatola chiusa ai nostri 50 clienti storici che hanno acquistato la prima Superstar 10 anni fa», ha continuato Benaglia, forte di un 2016 chiuso in corsa e con l’obiettivo di crescere ancora nel 2017 raggiungendo un fatturato tra i 130 e i 140 milioni. «In termini wholesale siamo in linea con le previsioni, grazie ad una campagna vendite estiva da 60 milioni già conclusa a ottobre, accompagnata da una pre-invernale da 25 milioni», ha concluso la manager. (riproduzione riservata)