10 Febbraio 2017

Welcome to Tommyland

Musica, arte e moda. Mega evento sulla spiaggia di Venice beach a Los Angeles per festeggiare il lancio della nuova collezione di Hilfiger con la super-model Gigi Hadid. Con un’intesa che è stata rinnovata per altre due stagioni. «L’ispirazione di partenza era la California. Degli anni 70, ma anche quell’aspetto casual degli anni 80 e 90. Oggi le star musicali e dello sport o dei social media vivono qui, s’incontrano qui», ha spiegato a MFF lo stilista a stelle e strisce

di Stefano Roncato (Los Angeles)

Welcome to Tommyland

California knows how to party. Non poteva essere che l’iconica canzone di Tupac Shakur ad accompagnare l’uscita finale di Tommy Hilfiger insieme alla sua musa-amica Gigi Hadid. Camminano salutando quei 3 mila invitati al mega show allestito sulla spiaggia di Venice beach per il lancio della nuova collezione TommyXGigi. In quel parco Tommyland costruito ad hoc su circa 9 mila metri quadrati sul ciglio della strada pedonale costeggiata dai negozietti che si vedono in tanti film. Un mondo che mescola musica, moda e arte. Ascolta le onde del mare, si anima di graffittari, skater, streetfood vintage personalizzato, giocolieri, giostre da luna park. S’infiamma con Fergie che si esibisce sul palco a fine show, scatenando anche le eteree top model. E i pop up store dove acquistare la nuova collezione, uno dei simboli vincenti della filosofia see now-buy now. «La gente non vuole aspettare di avere un abito che va in passerella. Lo vedo oggi, lo voglio indossare stasera», ha spiegato a MFF lo stesso Tommy Hilfiger. Che ha svelato come l’intesa proseguirà con la Hadid per altre due stagioni. Resta da chiedersi dove sfilerà la prossima volta, dopo il debutto a New York e questa puntata nella città degli angeli. Angeli anche mediatici, vista la nutrita presenza di uno stuolo social delle grandi occasioni da Instagram fever. Tra gli altri, i fratelli Lucky Blue Smith e Pyper America, passando per Kaia e Presley Gerber, Cameron Dallas, Sofia Ritchie, Kristen Stewart, Jerry Hall con figlia Liz Jagger. E se proprio qualcuno si è distratto e ha perso l’ultimo Super bowl, ecco anche Lady Gaga con trucco ipergrafico che ricorda la sua performance nel celebre intervallo sportivo. Che dire. Take your seat, come suggerisce una voce al microfono. Lo show sta per cominciare. Apre e chiude Gigi Hadid, tallonata dalla sorella Bella Hadid, la family rimane unita. Proclamano quel ritorno estetico ai codici di Tommy Hilfiger doc. Bianco, rosso e blu, colori che si rimescolano con l’attitude californiana. Citano l’archivio dello stilista americano, le sue bluse da rugby, le righe composte e ricomposte, interrotte da cuori. Spuntano abiti-felpa con un’H gigante, presi dal fidanzato al college. Ecco shirt come la bandiera americana, con piccole frangette. Nuovo diktat, pancia scoperta, tagli altissimi per i top. Bikini portati a vista, inserti metallici, dettagli dal mondo del deserto come gli stivali un po’ texani in colori super funny. Il denim diventa tailoring, rimasterizzato in trench, ravvivato da quei patchwork nati dal nuovo servizio di customizzazione. E la sequenza di 55 uscite racconta anche di una nuova strategia in progress. La collezione ammiraglia si sposa esteticamente con la nuova capsule e in parte andrà in vendita con lo stesso meccanismo di disponibilità immediata in vendita anche per le proposte runway. (riproduzione riservata)