15 Febbraio 2017

Tre pretendenti in corsa per Agent provocateur

Oltre all’ex proprietario di La Senza e alla società Endless spunta il gruppo Etam che sarebbe pronto a rilevare il brand di lingerie messo in vendita dal fondo 3i.

di Raffaella Medici

Tre pretendenti in corsa per Agent provocateur. Secondo quanto trapela in ambienti finanziari d’Oltralpe sono infatti tre i candidati pronti a rilevare il marchio di intimo messo in vendita dal fondo 3i (vedere MFF del 3 gennaio) che lo aveva acquisito nel 2007 per circa 60 milioni di sterline (circa 70,8 milioni di euro al cambio di ieri). In corsa ci sarebbe il gruppo Lion, ex proprietario di La Senza, il gruppo Endless, specializzato in riassetti societari, e il gruppo francese Etam, che sembra essere al momento il candidato in pole position. La cessione da parte di 3i del marchio arriva in un momento particolare della sua storia e in particolare dopo lo scandalo che ha travolto il management in merito alla sovrastima dei conti dell’esercizio passato (vedere MFF del 14 dicembre 2016). Con l’acquisto di Agent provocateur il gruppo Etam, che ha chiuso il 2016 con un fatturato di 1,292 miliardi di euro (-1% ) punta la piramide del suo portfolio prodotto scommettendo su un’etichetta ad alto potenziale di sviluppo internazionale. (riproduzion eriservata)