4 Maggio 2017

Napoli celebra le eccellenze di moda e design

Fino al 16 maggio la città ospiterà un mix di eventi e mostre legati ad aziende locali e internazionali

di Michela Zio (Napoli)

Napoli celebra le eccellenze di moda e design

Sono oltre 50 le boutique, ma anche i locali e i palazzi storici, teatro della seconda edizione di Napoli moda design. Da ieri sera e fino al 14 maggio il quartiere Chiaia, simbolo dell’eleganza napoletana, si trasformerà in un vero e proprio circuito di eventi, mostre e installazioni con la presentazione di aziende internazionali e di alcune eccellenze campane, sia della moda che del design. Le boutique più prestigiose ospiteranno opere di design in linea con lo standard e il concept dei negozi in un contesto retail che coinvolge boutique, brand, couturier e sartorie locali come Brunello Cucinelli, Nino Lettieri, Damiani, Kilesa luxury bags, Monnalisa e DeiMille tailoring shoes. Nella cornice di Villa Pignatelli, dove ieri sera si è svolto il gala di apertura, sono state realizzate varie installazioni, cominciando dai cinque grandi manichini alti oltre due metri che indossano abiti creati da Roberta Bacarelli. Segue un outfit di carta sospeso a sei metri di altezza decorato da fiori che è opera dell’artista milanese Susy Manzo. Dopo lo spazio MontBlanc, le Ceramiche vesuviane presentano le ultime creazioni di Gessi e nella sala da ballo l’installazione di Marazzi, fatta da cubi di altezze diverse, rivestiti di vari materiali ospita le borse Kilesa e le scarpe DeiMille. Su pedane alte 30 centimetri ci saranno quattro outfit della collezione Geometrie del couturier Nino Lettieri, assieme alle teche dei gioielli Damiani. Nella biblioteca della magione partenopea sei outfit della sartoria Dal Cuore, saranno un omaggio a Totò, l’ultima maschera italiana a cinquant’anni dalla sua scomparsa. «C’è un motivo in più per visitare Napoli in primavera», ha detto a MFF Maurizio Martiniello, organizzatore e ideatore della manifestazione, «il programma dell’edizione 2017 prevede anche l’assegnazione di alcuni premi a personalità di spicco dell’imprenditoria italiana come Giulia Molteni, titolare del grande marchio di design». (riproduzione riservata)