29 Giugno 2017

Pitti immagine filati porta in scena i giovani talenti della maglieria

Oltre 100 capi realizzati da 12 studenti internazionali dell’Accademia costume & moda di Roma sono stati protagonisti di un défilé, promosso da Fondazione Pitti discovery, Modateca Deanna, The Woolmark company, Max Mara e Avant Toi.

di Pagina a cura di Matteo Minà (Firenze)

Pitti immagine filati porta in scena i giovani talenti della maglieria

A un anno dallo show di Sansovino 6 a Pitti immagine filati (vedere MFF del 1° luglio 2016) la kermesse fiorentina torna nuovamente alle origini, con una sfilata focalizzata sulla maglieria e sui giovani talenti. È andato in scena ieri, all’interno della Fortezza da Basso di Firenze, il catwalk degli alunni della prima edizione del master post laurea di primo livello in Maglieria, creative knitwear design di Accademia costume & moda di Roma. Un evento organizzato da Fondazione Pitti discovery con l’archivio di maglieria Modateca Deanna, The Woolmark company, Max Mara e Avant Toi. In scena oltre 100 capi realizzati dai dodici studenti internazionali del corso che si chiuderà a luglio, grazie a filati, materie prime e lavorazioni fornite da 40 aziende del comparto. Tra queste ci sono realtà operanti in diversi anelli della filiera come Ermanno Scervino, Millefili, Zegna Baruffa, Della Rovere e Roberto Collina. In pedana, prima le proposte sviluppate secondo la visione personale di ognuno degli alunni, seguite poi dagli industry project (finalizzati a rafforzare il link tra lo studio e il mondo del lavoro con l’esperienza in azienda), questi ultimi realizzati seguendo il briefing di realtà come Diesel e Avant Toi. «Siamo orgogliosi di questo progetto che nasce nell’ottica di arricchire di competenze il settore e che rappresenta un’inedita operazione di integrazione del sistema, dal filato al prodotto finito, coinvolgendo le nuove generazioni», ha spiegato a MFF Furio Francini, ceo dell’accademia romana. «I primi riscontri sono ottimi, visto che già quattro-cinque studenti hanno ricevuto offerte di lavoro da parte di primari fashion brand». E proprio in quest’ottica, i sei capi realizzati in collaborazione con Diesel saranno commercializzati a partire da novembre negli store del brand. (riproduzione riservata)