19 Luglio 2017

Milano regala al Made in Italy un festival XL

Dal 16 al 26 settembre, la città ospiterà sette installazioni realizzate da Altagamma e Confindustria insieme alle organizzazioni di settore. Investiti circa 3,3 milioni di euro

di Chiara Bottoni

Milano  regala al  Made in Italy un festival XL

XL come excellence ma anche come inclusività. L’eccellenza del Made in Italy proposta in una taglia extra large. Milano si prepara a vestirsi a festa in occasione della super settimana della moda, in scena dal 16 al 26 settembre, grazie al progetto Milano XL-La festa della creatività italiana, che animerà le vie e le piazze del centro grazie a installazioni scenografiche dedicate all’artigianalità italiana. Un’iniziativa senza precedenti, frutto dell’accordo di sistema tra il MiSe-Ministero dello Sviluppo economico e il Comune di Milano, con Confindustria e Fondazione Altagamma artefici grazie al supporto economico di Agenzia Ice, che coprirà il 75% dei costi pari a 3,3 milioni di euro. A raccontare i dettagli del progetto ieri a Palazzo Marino sono state le istituzioni, capitanate dal sindaco Giuseppe Sala. «Milano è una città da 8 milioni di visitatori l’anno ed eventi di questo tipo sono fondamentali per esaltarne le peculiarità e celebrare il saper fare italiano», ha sottolineato il primo cittadino. Nel dettaglio, sette gigantesche installazioni, realizzate sotto la direzione artistica di Davide Rampello, animeranno alcuni punti chiave della città, raccontando le peculiarità di specifici settori. La facciata di Palazzo della Ragione in piazza della Scala si trasformerà in una biblioteca dei tessuti, grazie all’intervento di Milano Unica e di Smi-Sistema moda Italia. Galleria Vittorio Emanuele accoglierà nel suo ottagono il salotto delle gioie, creato da Federorafi. La facciata del palazzo de la Rinascente sarà rivestita da Il cosmo della bellezza, voluto da Cosmetica Italia e Cosmoprof. Piazza San Carlo sarà palcoscenico di Vestire il volto, opera frutto della collaborazione di Anfao-Associazione nazionale fabbricanti articoli ottici e del salone di riferimento Mido. Piazza Croce Rossa accoglierà L’ultimo dono, realizzato da Unic-Unione nazionale industria conciaria e Lineapelle. Via Montenapoleone sarà animata da Dalla bottega alla vetrina, il cinema delle arti e dei mestieri, promosso da Fondazione Altagamma, mentre la piazza d’Armi del Castello Sforzesco sarà palcoscenico del Trionfo d’amore, realizzato da Fiera Milano e Sì Spositalia collezioni. «Milano XL nasce dalla constatazione che il nostro settore non ha concorrenti né rivali nel mondo», ha aggiunto Ivan Scalfarotto, sottosegretario allo Sviluppo economico, ricordando come il comparto nella sua interezza conti 70 mila aziende lungo l’intera filiera. Aziende che, ha precisato Licia Mattioli, vice-presidente di Confindustria per l’internazionalizzazione: «Fatturano oltre 104 miliardi di euro, di cui 64 sui mercati esteri, e impiegano più di 600 mila addetti». Un trend positivo confermato anche nei primi cinque mesi dell’anno, durante i quali le esportazioni italiane hanno messo a segno un +8%, come evidenziato da Michele Scannavini, presidente di Ice. «Si tratta di una crescita che arriva dalla Cina, dal Sudest asiatico e dalla Russia», ha precisato Scannavini. «Con questa iniziativa vogliamo sferrare un potente attacco ai nostri concorrenti internazionali e affermare la leadership italiana nel settore moda allargato». Dello stesso parere è Andrea Illy, presidente di Altagamma: «Ha un grande valore simbolico il fatto che venga realizzata una collaborazione a tutto campo. Con questo evento, Milano si conferma la capitale della creatività italiana». (riproduzione riservata)