13 Settembre 2017

Firenze, Pitti Fragranze chiude la 15ª edizione con il boom di Russia (+50%) e di Uk (+22%)

di Matteo Minà (Firenze)

Firenze, Pitti Fragranze chiude la 15ª edizione con il boom di Russia (+50%) e di Uk (+22%)

Pitti Fragranze archivia la 15ª edizione, in scena all’interno della Stazione Leopolda di Firenze fino allo scorso 10 settembre, con una crescita complessiva dei buyer, trainata dalle presenze internazionali. Secondo i dati diramati dagli organizzatori, durante il salone di Pitti immagine dedicato alla profumeria artistica haut de gamme (per la prima volta aperto solo agli operatori del settore, e non più anche al pubblico generico durante la seconda delle tre giornate), sono stati quasi 2.200 i compratori provenienti da più di 50 Paesi, in aumento rispetto ai 2.150 dell’ultima edizione di settembre 2016. Tra questi, circa 700 (+2%) sono arrivati da oltreconfine, con le performance migliori registrate dai compratori da Russia (+50%), Regno Unito (+22%), Svizzera (+15%), Olanda (+7,5%), Emirati Arabi Uniti (+12%), Stati Uniti (+23%) e Giappone (+28%). Sempre sul fronte estero, hanno registrato una flessione i compratori della Francia, Paese che resta in cima alla classifica dei dieci mercati esteri di riferimento del salone. (riproduzione riservata)