14 Settembre 2017

Welcome to Ralph’s garage

Lo stilista americano Ralph Lauren ha aperto per la prima volta il suo spazio per auto d’epoca in vista dell’inizio delle celebrazioni per i 50 anni del marchio. «Se ricordo gli inizi e guardo l’azienda oggi mi sconvolge e riempie di fierezza», ha detto

di Francesca Manuzzi (New York)

Welcome to Ralph’s garage

#RLroadtorunway. Un hashtag che racconta l’esperienza integrata e immersiva che Ralph Lauren ha studiato per la stagione autunno-inverno 2017/18 andata in scena a Bedford, a un’ora da Manhattan. Un’escapade deluxe, percorrendo una strada incantata gremita di daini, che affianca la residenza Clinton a Chappaqua e conduce al Ralph’s garage. A fine corsa, camerieri vestiti con tute da garagista griffate accolgono gli ospiti tra le ventisei di circa ottanta bolidi selezionati come set per la sfilata. Lo stilista americano (vedere box a pagina II) ha aperto per la prima volta il rifugio segreto di una delle collezioni di auto d’epoca più prestigiose del mondo, per sancire l’inizio dei festeggiamenti per i cinquant’anni del marchio fondato nel 1967. La Bugatti 57CSC Atlantic del 38 con cui ha vinto nel 2013 il Concorso d’eleganza Villa d’Este, la prima acquistata negli anni 80, una Mercedes Gullwing del 55, vari modelli di Ferrari di diverse epoche e la prestigiosa enumerazione potrebbe continuare, tanto che parte di queste supercar sono state oggetto di mostre rispettivamente nel 2005 al Boston museum of fine arts e nel 2011 al Musée des arts décoratifs di Parigi. In scena, la passione di Mr Ralph Lauren per l’automotive in un défilé legato a doppio filo al dualismo maschile e femminile del marchio sviscerato dalla presenza delle collezioni uomo e donna per la prima volta sulla stessa pedana. Tra le differenti voci di motore bicilindrico che ruggiscono nelle casse e le musiche à la James Bond, sfila la terza stagione che segue il format del runway-to-retail. In pedana, completi grigio fumo principe di Galles, pied de poule e finestrati sia per la Ralph Lauren Purple label che per la figure femminili. Lo stesso vale per i look racy dalle silhouette utilitarie, come un chiodo da gara ispirato a una giacca vintage del designer. In collezione, acuti giallo Modena, blu Bugatti e rosso Ferrari a tornire tuxedo e abiti da sera. Nell’ottica del see now, buy now, una selezione di accessori, tra cui le Houndstooth Celia pump e la RL bucket bag erano già in vendita prima dello show e i pezzi della collezione femminile sono già disponibili su ralphlauren.com, da Saks Fifth avenue, Moda Operandi, Neiman Marcus e Bergdorf Goodman, nei flagship store tra cui Londra, Parigi, Hong Kong, Tokyo, Shanghai, Beverly Hills e New York (in questi ultimi due è presente anche la Purple label), che in Madison avenue ospiterà una Ferrari 250GT spyder per proseguire nel racconto integrato.

Giudizio. Tra gli altri, ad applaudire uno show trionfale, Katie Holmes, Diane Keaton e Jessica Chastain, il volto della nuova fragranza Woman by Ralph Lauren, fresco di lancio. Uno show a sigillo di un 2017 di grandi novità, in primis l’insediamento di Patrice Louvet come presidente e ceo del marchio e di nuovi risultati finanziari di buon auspicio, perché la società ha messo a segno nel primo trimestre dell’anno fiscale 2018 profitti netti per 59,5 milioni di dollari (circa 49,6 milioni di euro al cambio di ieri) e un utile operativo di 90,3 milioni di dollari (75,3 milioni). Ed è pronta a iniziare una nuova fase della sua vita. (riproduzione riservata)