23 Settembre 2017

L’albero della vita di Etro

«Sfilare insieme non è il branding di un’azienda ma una all togetherness familiare», parola di Kean e Veronica Etro, che salgono in pedana con la primavera-estate co-ed, pronti per festeggiare i cinquant’anni del marchio nel 2018.

di Francesca Manuzzi

L’albero della vita di Etro

Un gigantesco albero della vita s’imprime sul background della passerella. Etro si muove per simboli, per raccontare un’unione genealogica di sangue e Dna, che si prepara a festeggiare nel 2018 il 50° anniversario dell’azienda fondata da Gerolamo (Gimmo) Etro nel 1968. La Nona di Bethooven, più in particolare Suicide scherzo, la colonna sonora di Arancia meccanica suona nelle casse. Il paisley color Latte+ trasforma il Palazzo del ghiaccio di Milano in una foresta candida, bagnata d’oro dove vivono uomini e donne in un universo comune. «Sfilare insieme nel nostro caso, non è il branding di un’azienda che si conforma con i tempi e le trasformazioni, ma più semplicemente un fratello ed una sorella che si fondono insieme. Una all togetherness familiare». Una storia di famiglia quella che Kean e Veronica Etro costruiscono con la loro primavera-estate 2018 composta in tandem. Forgiano un’interpretazione haute bohémien del folklore indiano, proseguendo in quel viaggio a est da sempre propulsore della creatività di Etro. Il non colore, sinonimo di purezza e che racchiude in realtà tutti i colori dello specchio magnetico, irradia di luce il primo pensiero creativo dello show, composto di abiti lunghi in voile di cotone stampati paisley con pigmenti bianchi. Broderie di cristalli, bagliori metallici e perle si posano su abiti di pizzo e crêpe di seta, così come le costellazioni di specchietti abbagliano i suit maschili. Il colore poi s’insinua in collezione come s’accende un’alba. I gialli, gli aranci, i toni di un sole di fuoco basso dipingono i pigiama di seta, gli abiti leggeri dai motivi floreali, i completi rigati. Fino a esplodere in un arcobaleno psichedelico animato da elefanti e giungle arboree sulle giacche e sui jodhpurs, sulle fusciacche in seta Mogador fissate con spille gioiello e sulla nuova Rainbow bag in versione soft.

Giudizio. «La collezione sarà nei negozi il prossimo anno e anticipa un 2018 di festeggiamenti. Tutto è nato nel mese di novembre, quindi il clou sarà verso fine anno», hanno precisato gli stilisti. E considerando l’ultrapotenza dello show, si può immaginare che sarà un enorme divali induista dedicato alla luce o un raksa-bandhana, a sancire il legame di protezione tra fratelli. (riproduzione riservata)