28 Settembre 2017

Clips verso gli Usa

Con un fatturato di 11 milioni di euro e l’obiettivo di crescere dell’8%, il marchio di Wanda mode guarda anche a Cina, Australia e Spagna.

di Barbara Rodeschini

Clips verso gli Usa
Nella foto, un look di Clips

A poco più di trent’anni dal debutto, Clips non si ferma e rilancia nel ready to wear. La label della carpigiana Wanda mode, archiviato il 2016 con un fatturato di 11 milioni di euro con una produzione da 120 mila capi distribuiti in 500 punti vendita, punta a crescere dell’8% nel 2017 grazie al potenziamento dei mercati esteri partendo dagli Usa. «Abbiamo iniziato ad espanderci all’estero negli anni 90 rivolgendoci al Medio Oriente», ha spiegato a MFF Lorena Saltini che assieme al fratello Marco ricopre il ruolo di general manager dell’azienda, «successivamente è stata la volta della Russia, che dall’invernale sta recuperando anche velocemente le posizioni perse durante la crisi. Oggi il nostro obiettivo consiste nell’approfondire tutti i mercati raggiungendo le location più interessanti attraverso distributori, per Cina, Australia e Spagna, ma anche direttamente dal nostro showroom di Milano. In quest’ottica abbiamo potenziato il Sud America mentre nel breve-medio termine contiamo di inaugurare gli Usa in tandem con un partner locale». Ambasciatore di una moda 100% made in Italy Clips ha poi fatto della personalizzazione uno dei sui cavalli vincenti. «Siamo una delle poche aziende che sviluppa e produce tutto internamente e questo si è rivelato un asset fondamentale per rispondere alle esigenze di ogni singolo mercato soprattutto per quelli dove, costumi o differenze culturali, comportano aggiustamenti specifici», ha concluso Saltini. E se l’opening del primo monomarca cinese nel 2015 ha rappresentato uno step importante per la visibilità del marchio nel paese, la priorità rimane il segmento wholsale che non rinuncerà alla nuova collezione estiva che coniuga stampe flore e geometrie a contrasto. Disegnata da Daniela Carano, l’estivo di Clips punta a definire un nuova idea di couture quotidiana a base di chiffon e raso. (riproduzione riservata)