3 Ottobre 2017

In Style group mette il turbo allo sviluppo internazionale

Lo showroom milanese di vendita, fondato da Charo Peralta, guarda all’espansione worldwide forte di una struttura allargata e rinforzata che segue il percorso dei suoi brand a 360 gradi.

di Valentina Nuzzi

In Style group mette il turbo allo sviluppo internazionale
Lo showroom In Style group

In Style group prosegue la sua espansione internazionale dopo il lancio del dipartimento comunicazione avvenuto nel 2016. Lo showroom di vendita, fondato da Charo Peralta nel 2005, conta oggi 35 dipendenti nella sua sede di 1.700 metri quadrati in via Palermo a Milano e un portfolio di oltre 900 clienti worldwide. I suoi brand, tra cui Equipment, J Brand, RtA (vedere box in pagina), Elisabeth & James e le new entry della spring-summer 2018 Give me space e Good hYOUman, hanno infatti conquistato negli anni vetrine di prestigio come Antonia a Milano, Harrods a Londra, Le bon marché a Parigi, Harvey Nichols a Dubai e Net-a-porter online. «I brand che fanno parte della nostra realtà hanno tutti una forte identità e delle peculiarità che li rendono unici. Per questo non esiste un marchio che traina gli altri, ma ognuno, grazie alle proprie caratteristiche, contribuisce a creare In Style che è oggi un collettore di eccellenze di nicchia, tutte molto diverse fra loro, al punto da rendere quella all’interno dello showroom una sorta di boutique experience», ha detto a MFF Peralta, che prima di fondare In Style ha lavorato per Byblos e Moschino. Nel 2011, il concept dello showroom si è ampliato con la creazione di In Style distribution, che impiega oggi 12 persone e muove otre 120 mila capi ogni anno. «Sei anni dopo la fondazione dello showroom è nato il segmento distribution, che si occupa di import-export e ci ha permesso di aumentare la gamma di servizi offerti ai brand. Dare a questi ultimi la possibilità di avvalersi anche di un ufficio di comunicazione è stata la naturale evoluzione del business. In Style è diventato così un partner ideale per i nuovi brand che vogliono entrare nel mondo della moda grazie a un servizio a 360 gradi», ha spiegato Peralta. Tra i progetti futuri del gruppo, che nel 2013 ha aperto una filiale in Spagna e nel 2015 ha raggiunto anche il Far East, c’è quello di diventare sempre più global: «Ci stiamo strutturando e stiamo investendo per poter consolidare a livello internazionale quanto costruito fino a oggi. In questo piano di crescita riteniamo fondamentale rimanere fedeli ai nostri valori, ai brand e ai clienti che rimangono le nostre più grandi conquiste». (riproduzione riservata)