3 Ottobre 2017

Le party girl di John Galliano

di Stefano Roncato (Parigi)

Le party girl di John Galliano

Un tuffo nell’America degli anni 50 tra prom dress, suit rockabilly e tanta gelatina nei capelli. Bill Gaytten racconta di essersi ispirato per la primavera-estate di John Galliano a: «John Waters, in particolare al suo musical Cry baby, alle sue atmosfere dolci, da teenager. Alla storia del protagonista Johnny Depp, un cattivo ragazzo che si innamora di una brava ragazza. Partendo da questo immaginario ho costruito un guardaroba che alterna dress da prom princess a suit teddy boys». Sulla scena è un susseguirsi di abiti 50s in tulle pastello indossati con kitten heels di cristalli, dress in chiffon di seta ricamati con petali floreali o realizzati in scintillante lurex e tanta lingerie, sottovesti, canotte e coulotte, portate con blazer rubati al guardaroba del fidanzato e con un paio di anfibi. Dall’altro lato, l’animo rock & roll di queste ragazze prende forma in suit bianchi e neri impreziositi da camicie con rouches e da cappellini eccentrici. Per instancabili ribelli.

Giudizio. Gaytten attinge ad alcuni cliché con un pizzico di ironia. Il risultato è un guardaroba facile, se ripulito da qualche citazione di costume. (riproduzione riservata)