12 Ottobre 2017

AltaRoma, il Comune conferma il suo impegno per la kermesse

di Elisabetta Campana (Roma)

Il Comune di Roma non azzererà il suo impegno a favore della moda capitolina ma lo farà attraverso altre vie rispetto alla partecipazione nel consorzio di AltaRoma. È quanto è emerso nell’ambito di un incontro tra Adriano Meloni, assessore allo Sviluppo economico, turismo e lavoro del Comune, e Silvia Venturini Fendi, presidente di AltaRoma. «Queste incertezze sulla partecipazione del Comune di Roma ad AltaRoma, che si ripetono ciclicamente ormai da quattro anni, creano un danno di immagine per la città, allontanano investitori privati e sponsor e comprimono fortemente le grandi potenzialità di sviluppo della società che si è trovata a dover rallentare il percorso evolutivo contenuto nel piano industriale approvato e condiviso con i soci e con il MiSe-Ministero dello sviluppo economico meno di due anni fa», ha sottolineato Venturini Fendi. «Nonostante le enormi difficoltà che questi incidenti hanno comportato, AltaRoma è riuscita a garantire la continuità aziendale grazie all’impegno continuativo dei soci Camera di Commercio di Roma e Regione Lazio, oltre che del MiSe che, grazie ad AltaRoma, ha messo a disposizione della città e delle sue imprese della moda 3 milioni di euro negli ultimi due anni. Apprendo quindi con piacere», ha proseguito, «che Roma Capitale è intenzionata a dare continuità alle attività di AltaRoma e che, quindi, il percorso avviato a giugno scorso con il tavolo dei soci possa proseguire efficacemente. A breve si aprirà una seconda fase del tavolo che approfondirà nel dettaglio anche la fattibilità di un nuovo percorso societario di AltaRoma mirato a stabilizzare e rafforzare il ruolo di Roma nella direzione dello scouting e della promozione dei giovani». Il nuovo percorso societario fa riferimento alla possibilità del Comune di intervenire attraverso un’associazione. «Questo sarà fattibile qualora AltaRoma si trasformi a sua volta, ad esempio, in un’associazione o in una fondazione», ha sottolineato l’assessore capitolino alle partecipate, Massimo Colomban.