19 Dicembre 2017

Cover 50, il 2017 sarà in salita (+4%)

La società a cui fa capo il marchio PT-Pantaloni Torino archivia nove mesi in positivo, a 23,3 milioni di euro (+3,1%) E rinnova lo showroom a Milano in via Sigieri.

Cover 50, il 2017 sarà in salita (+4%)
Un modello PT-Pantaloni Torino

Cover 50 spa archivia nove mesi in positivo e stima un 2017 in salita. La società a cui fa capo il marchio PT-Pantaloni Torino ha totalizzato al 30 settembre ricavi per 23, 29 milioni di euro, mettendo a segno un incremento del 3,1% sullo stesso periodo del 2016. Le aspettative per l’intero esercizio fiscale sono quelle di raggiungere un fatturato di 26 milioni di euro al 31 dicembre e quindi con una percentuale di crescita di circa il 4% sui 12 mesi 2016. «A questi risultati andrà aggiunta la performance della società americana PT Usa Corp, gestita direttamente dal 2015, che punterà a raggiungere 3 milioni di dollari di venduto (circa 2,5 milioni di euro al cambio di ieri)», ha sottolineato a MFF Edoardo Fassino, amministratore delegato di PT Pantaloni Torino. «L’estero oggi pesa su una fetta importante del nostro business, circa il 60%, e vede al primo posto Giappone, dove abbiamo una filiale e al secondo l’Europa, con in testa Germania e Benelux. Continueremo ad investire su questi fronti, oltre che negli Stati Uniti, che ad oggi vantano una rete di top clients come Saks e Barneys e circa 70 negozi indipendenti». Ma le novità riguardano anche l’Italia. PT Pantaloni Torino ha rinnovato il suo showroom direzionale situato a Milano, al civico 4 di via Sigieri. Lo spazio di 750 metri quadrati dall’anima industriale ospiterà nel corso del 2018 anche eventi e mostre diventando così un luogo polifunzionale in grado di esprimere il lifestyle del marchio. Cover 50 oggi è attiva in circa 40 Paesi al mondo ed è basata, oltre che a Milano, a New York, Tokyo e Monaco di Baviera. «Il restyling dell’ambiente rappresenta l’evoluzione del marchio. Questo nel 2018 andrà di pari passo al profilo della comunicazione, che renderemo sempre più contemporanea», continua il manager. «Durante il 2017 il brand è cresciuto in maniera organica sia dal punto di vista delle linee prodotto, sia su quello dei Paesi. In particolare la best performance è stata quella di PT05, dedicato al cinque tasche da uomo, che attualmente rappresenta circa il 20% del fatturato. Abbiamo intenzione di portarlo a una quota del 50% entro il 2020», ha concluso l’imprenditore. La collezione a-i 18-19 sarà ispirata alla corrente surrealista, con tessuti jacquard micro-animalier. (riproduzione riservata)