19 Dicembre 2017

La nuova Diesel secondo Rosso

«Io e Nicola (Formichetti, ndr) ci vogliamo bene. Il suo contratto finisce ma continueremo a fare delle cose insieme». A parlare a MFF è Renzo Rosso, fondatore di Diesel, a margine della diffusione della nota relativa alla chiusura della collaborazione con il designer italo-giapponese, da cinque anni direttore artistico del brand.

di Chiara Bottoni

La nuova Diesel secondo Rosso
Il finale della sfilata di Diesel black gold spring summer 2018

«Il contratto con Nicola scadrà il 31 dicembre di quest’anno», ha proseguito Rosso, «ma ieri abbiamo voluto divulgare ufficialmente questa informazione a tutti i nostri rappresentanti riuniti qui a Breganze (Vicenza). Siamo amici e lo rimarremo, abbiamo fatto un bel lavoro. I cinque anni di collaborazione insieme resteranno un momento speciale nella storia del nostro marchio. Nicola è stato capace di rileggere alcuni pezzi iconici della nostra storia e di rinfrescarli, riaccendendo alcuni valori come la libertà e l’originalità. Ma la sua vita, divisa fra Tokyo e New York, gli rendeva impossibile essere presente fisicamente sul marchio». In realtà, era già da alcuni mesi che Rosso aveva annunciato la sua intenzione di tornare a presidiare in maniera diretta la label, dichiarando di essere rientrato pesantemente sul marchio per la sua volontà di occuparsi di quello che: «Ho sempre amato, il prodotto e il marketing», aveva dichiarato l’imprenditore (vedere MFF del 18 febbraio). Che oggi sottolinea di non voler fare lo stilista. «Non sono uno stilista e non so guidare un ufficio stile», ha aggiunto a MFF Renzo Rosso, «so semplicemente dire alle persone che ci lavorano quello che mi aspetto da una collezione». Come è accaduto in occasione della realizzazione della main fall-winter 2018/19. «È la collezione che abbiamo presentato ora alla forza vendite. La trovo veramente straordinaria, i riscontri sono stati molto positivi. In questo caso, il mio contributo è stato quello di tirar fuori il Dna di Diesel che tornerà alla grande». Il 2018, del resto, sarà anche l’anno in cui Diesel festeggerà il suo 40esimo compleanno, con eventi e progetti che saranno svelati passo dopo passo nel corso dell’anno. Festeggiamenti che coincideranno anche con una rivoluzione manageriale, in quanto a breve sarà annunciato il nome del nuovo ceo, che guiderà il marchio prendendo il posto di Alessandro Bogliolo, passato a Tiffany. Questo a seguito di una ricerca, avviata a sorpresa sui social (vedere MFF del 5 ottobre). «Il suo nome sarà reso noto a brevissimo, a giorni», ha concluso Rosso. «Non verrà dalla luna ma posso anticipare che arriverà dall’estero». Secondo quanto risulta a MFF, si tratterebbe di un manager proveniente da una realtà del fast fashion. (riproduzione riservata)