12 Gennaio 2018

Magliano celebra tutti i latin lover

Lo stilista bolognese sfila con il look per l’uomo innamorato, tra capispalla over, pantaloni a vita alta e ispirazioni anni 50

di Alice Merli

Magliano celebra tutti i latin lover

«Perché vogliamo parlare d’amore? Perché è importante. È l’unica arma che abbiamo per lottare». Magliano debutta in passerella sotto l’ala di Pitti italics, programma di Fondazione Pitti immagine discovery promosso da Centro di Firenze per la moda italiana con il contributo di ministero dello Sviluppo economico e agenzia Ice. Lo stilista bolognese Luca Magliano, vincitore di Who’s on next? 2017, ha portato in scena il suo marchio, giunto alla quarta stagione. «Contaminazione, continua evoluzione, linguaggio vivo. Mi piace definire così ciò che io e il mio team facciamo», ha spiegato a MFF il designer. «Per me è un sogno e un grandissimo onore essere a Pitti uomo, qui sono passati i più grandi designer di menswear». La collezione a-i 2018/19 ruota attorno al tema del guardaroba per l’uomo innamorato. «Ovvero, come ci si prepara all’amore attraverso i vestiti. Il tutto parte dall’inventario per pezzi di tutte le nostre multiple ispirazioni. Gli anni 80, la lingerie, il marinaio, il cowboy, il cuscino che abbracci quando ti manca il tuo innamorato... sono elementi che mixiamo insieme ai fondamentali della sartoria e della moda e ai codici del guardaroba femminile», continua Magliano. «Volevamo dare forma a quell’emozione, che passa tra il corpo e il vestito che si indossa in quel momento magico che è l’amore. Abbiamo utilizzato tantissima lana, lavorato sulle T-shirt e sullo smoking, sempre nell’ottica dell’immaginario di un latin lover italiano». Sotto i riflettori a sfilare non sono modelli ma personaggi della vita reale, dal marinaio ai sex symbol degli anni 50. Il completo da uomo diventa ampio in omaggio al movimento, il blazer ha spalle over, i pantaloni a vita alta e dalla vestibilità rilassata vengono proposti nella variante in pelle nera, a fantasia rigata black & white o scozzesi. Le geometrie invadono i maglioni a rombi e le giacche check, i cappotti diventano extra long. Il brand, prodotto dalla Arcari & co, newco che controlla brand come Hache e Ter et Bantine, ha inoltre lanciato una prima collezione di calzature, le Monster shoes, ispirate al personaggio di Frankenstein, affidate a un produttore marchigiano. La distribuzione di Magliano copre per ora circa otto clienti tra Italia ed estero, da Firenze fino a Londra e Giappone. (riproduzione riservata)