Lvmh

Lvmh

Borsa

Web Trend


Lvmh, è divorzio con De Beers

Lvmh, è divorzio con De Beers

Il polo del lusso di Bernard Arnault ha ceduto al gruppo diamantifero da 6,1 miliardi di dollari di fatturato la partecipazione nella jv De Beers diamond jewellers, società creata nel 2001 per la commercializzazione del marchio di preziosi. I dettagli del deal sono per ora top secret. Il gruppo francese ha anche annunciato che punta a rafforzare il suo polo gioielli, che ha chiuso il 2016 a 3,3 miliardi di euro (+5%)

Bulgari investe nel made in Italy

Bulgari investe nel made in Italy

La maison di Lvmh, con un fatturato stimato tra gli 1,5 e i 2 miliardi di euro, ha inaugurato ieri nel distretto orafo di Valenza la manifattura più grande d’Europa: uno stabilimento di 14 mila metri quadrati dedicato alla produzione di gioielli che accoglierà 700 lavoratori entro il 2020 e che rispetterà criteri di sostenibilità In parallelo sarà creata una Jewellery academy dedicata a una nuova generazione di orafi

Givenchy chiama Waight Keller

Givenchy chiama Waight Keller

Come anticipato da MFF la designer, ex Chloé, sarà il nuovo direttore artistico della maison di Lvmh dal 2 maggio. Il debutto in passerella con la spring-summer 2018. Curerà l’uomo e la donna.

Tag Heuer, bis negli smartwatch

Tag Heuer, bis negli smartwatch

Il marchio del gruppo Lvmh lancia il Connected modular 45, orologio Swiss made di ultima generazione, realizzato in partnership con Intel e Google.

Fendi rilancia nel cinema d’autore

Fendi rilancia nel cinema d’autore

La maison di Lvmh ha affidato alla regista Rebecca Zlotowski, autrice di Planétarium, la realizzazione di un film per raccontare le collezioni.

Lvmh rilancia su Ellesvmh che diventa un contest

Lvmh rilancia su Ellesvmh che diventa un contest

L’iniziativa varata dal gruppo di Bernard Arnault, in occasione del suo decimo anniversario, si trasforma in un award in cui celebrare i diritti del mondo femminile. Vince Loro Piana con il progetto Going beyond stereotypes.

Givenchy, tutto pronto per Waight-Keller

Givenchy, tutto pronto per Waight-Keller

Secondo quanto risulta a MFF i vertici di Lvmh hanno ingaggiato la stilista, ex Chloé, per la storica griffe. Atteso un annuncio a inizio aprile

Lvmh, museo a Parigi da 150 milioni di euro

Lvmh, museo a Parigi da 150 milioni di euro

Il polo di Arnault creerà la Maison Lvmh Arts-Traditions-Patrimoine, che sorgerà nell’ex Musée des arts et traditions populaires nel Bois de Boulogne. Sarà progettato da Gehry. Pronto tra cinque anni, nasce da una concessione di 50 anni del Comune.

Lvmh al lavoro sul suo portale di e-commerce

Lvmh al lavoro sul suo portale di e-commerce

Il colosso di Bernard Arnault sarebbe pronto a lanciare una piattaforma in grado di contenere, e vendere, gli oggetti dei suoi 16 marchi di moda, nove di profumi e sette tra gioielli e orologi, più qualche altro nome del mondo del lusso. In giugno il debutto.

Sunset drama per Loewe

Sunset drama per Loewe

«Da tre anni stiamo cercando di prendere il nostro heritage e di aprirlo al mondo. Non può essere una domestic brand» Jonathan Anderson contamina di suggestioni le sue femme dall’appeal cinematografico. Tra mix di pois, pelle mixata alla seta e preziosi effetti patchwork.

Kenzo history

Kenzo history

Carol Lim e Humberto Leon lanciano la serie Memento, capsule per raccontare la storia e l’iconografia della fashion house che fa capo al gruppo Lvmh.

Le geometrie modulari di Fendi

Le geometrie modulari di Fendi

Intarsi preziosi, sequenze di trafori e disegni grafici per la griffe di Lvmh, che rinverdisce l’utilizzo del logo e marchia con un sigillo rosso lacca tutte le uscite.