14 Novembre 2016

Acqua di Parma celebra i cento anni di Colonia

Acqua di Parma celebra i cento anni di Colonia

Nel cuore antico di Parma, la città colta e aristocratica di Giuseppe Verdi e Stendhal, vive agli inizi del ‘900 il barone Carlo Magnani uomo di grande eleganza e raffinatezza, erede colto e raffinato di una delle più antiche casate di Parma. L’eleganza dei gesti e delle abitudini, la sensibilità per l’arte e la cultura, quel savoir-vivre tutto italiano da vero gentiluomo, sono per Carlo Magnani un patrimonio innato. Ma il profumo nel quale possa riconoscersi appieno non esiste. Mosso, quindi, dal desiderio di poter ritrovare il proprio mondo in una fragranza ne commissiona la creazione ad abili maestri profumieri chiedendo una fragranza insolitamente fresca e moderna, interprete del suo “lifestyle”. È la prima, vera, Colonia italiana. Colonia di Acqua di Parma. Ed è subito successo, per una raffinata alchimia che presto diventa un classico intramontabile destinato ad un successo senza tempo. Una fragranza preziosa, fresca e elegante fin dal frizzante esordio agrumato di limone e arancia dolce di Sicilia insieme a bergamotto di Calabria. La sua sottile raffinatezza prosegue nel cuore aromatico e fiorito che unisce lavanda, rosa bulgara, verbena e rosmarino. Inconfondibili, nel fondo, le note legnose di vetiver, sandalo e patchouli nel fondo per un’ Eau de Cologne indimenticabile. La composizione, ancora oggi immutata di Colonia, raggiunge una popolarità sempre maggiore. Negli anni ’30 diventa il “profumo” dell’epoca, un’icona sensoriale e di design. Il suo flacone di ispirazione Art Déco, con il classico tappo nero in bachelite, nasce in questi anni e da subito si afferma come un’ autentica icona di stile. L’attenta artigianalità si rivela in ogni dettaglio. Le etichette, contraddistinte dallo scudetto regio, sono applicate a mano una ad una, e completamente manuale è anche la goffratura della confezione a cilindro nel caratteristico giallo Acqua di Parma. Negli anni ‘50 Colonia raggiunge un successo internazionale. Gli attori di Hollywood, chiamati in Italia dai grandi maestri del nostro cinema, ne scoprono gli accordi intimi e raffinati nelle storiche sartorie artigianali dove un soffio della fragranza di Acqua di Parma viene vaporizzato dal sarto prima di consegnare l’abito su misura. Una tradizione che lega sin dalla sua nascita Colonia al mondo della sartoria artigianale maschile e ne fa un accessorio di culto. Negli anni cambiano le tendenze, ma Colonia continua ad esercitare un’immutabile fascino e si conferma il profumo preferito di un élite internazionale di intenditori e quest’anno Acqua di Parma ha voluto celebrare il suo Centenario con una preziosa edizione di Colonia. Acqua di Parma ne ha affidato la creazione a Damiani, nome simbolo dell’eccellenza italiana nell’alta gioielleria, con cui condivide l’appartenenza a un mondo dove contano tradizione, bellezza, gusto e savoir-faire tutto italiano. La maison ha disegnato e realizzato un prezioso manufatto in argento 925‰, che avvolge interamente l’inconfondibile flacone Art Déco di Colonia. Un autentico gioiello il cui design si ispira ai decori del Teatro Regio di Parma e alla nobile storia dell’alta profumeria. Una creazione ancora più esclusiva, perché in tiratura limitata di soli 100 esemplari numerati, come i 100 anni del marchio.