12 Ottobre 2017

Gucci, basta pellicce ed entra in Fur free alliance

Gucci, basta pellicce ed entra in Fur free alliance

Una rivoluzione copernicana ha trasformato Gucci che, nel corso del Kering Talk tenutosi a Londra, ha annunciato l'abbandono delle pellicce animali a partire dalla primavera-estate 2018. Non solo, perché la casa di moda guidata da Marco Bizzarri è entrata a far parte della Fur free alliance. Questi sono i punti più importanti di un piano di sostenibilità, battezzato Culture of purpose, di più ampio respiro. La nuova strategia prevede infatti una riduzione dell'impatto ambientale, arrivando a garantire la tracciabilità del 95% delle materie prime, il riconoscimento del valore delle persone e il sostegno alle comunità. A margine, la stessa Gucci ha annunciato anche una donazione da un milione di euro a Unicef destinato al progetto Girls’ empowerment initiative. Per Marco Bizzarri, presidente e ceo dell'etichetta fiorentina: "Il nostro nuovo piano decennale di sostenibilità dimostra il nostro impegno a fare della sostenibilità una parte integrante del nostro business", aggiungendo che, "nella scelta del nuovo direttore creativo, ho voluto trovare qualcuno che condividesse con me gli stessi valori, cosa che ho percepito subito quando ho incontrato Alessandro. Siamo entrambi convinti che incoraggiando il rispetto, l'inclusione e l'empowerment, si creino le condizioni necessarie per un approccio innovativo alla sostenibilità". (Nella foto, Marco Bizzarri e Livia Firth)