11 Agosto 2017

Mango cala nel 2016 ma vola l'e-commerce

Mango cala nel 2016 ma vola l'e-commerce

Il 2016 si è chiuso il leggero calo per Mango, sebbene le vendite del gruppo online siano cresciute notevolmente. Nei dodici nesi, il colosso del fast fashion catalano (nella foto una campagna della linea Committed) ha registrato vendite nette per 2,26 miliardi di euro, in ribasso del 2,9% rispetto all’anno precedente, a fronte di perdite per 61 milioni di euro, dovute in particolar in modo ai cambi valutari sfavorevoli, alla ristrutturazione dell’apparato retail e all’apertura di un nuovo maxi centro logistico a Lliçà d’Amunt (Spagna). Anche l’ebitda del gruppo è scesa da 170 a 77 milioni di euro nel 2016. A crescere in maniera significativa è stato invece il business online: le vendite sul portale web di Mango sono aumentate del 25,6% per 294 milioni di euro, il 13% del giro d’affari complessivo. Una percentuale, quella legata all’e-commerce, che l’azienda mira a portare al 20% entro il 2020. Un trend di ripresa si è registrato tuttavia nel primo semestre del 2017, durante il quale la perdita del gruppo è migliorata di 45 milioni di euro. Il brand con sede a Palau-solità (Barcellona) conta oggi una rete di 2.217 negozi sparsi attraverso 110 Paesi, di cui 191 megastore con una superficie media di 1.100 metri quadrati.