MFF 63 - Golden story

MFF 63 - Golden story - ottobre 2011


Splash, una, tante sirene. A Manhattan da Thom Brow- ne che ha aperto le porte di un underwater world. Con un techno canto per la Medusa. Dalla durezza army per Givenchy. Nascoste in fondo al mar per Chanel. Uscite in una fiaba metropolitana come quella che avvolge la giostra di Louis Vuitton. Come in un film un po’ fantastico, un po’ speranzoso che per questa stagione ha un solo titolo, Joy, la parola feticcio che è diventata un tormentone da backstage. Pronta a scorrere nei titoli di testa di questa infilata di sfilate, che sono passate in un soffio tra colpi di scena, celebrazioni, new entry e party memorabili. Quasi fossero stati orchestrati dalla mano di un regista. Il nuovo numero di MFF-Magazine For Fashion ha scelto di raccontare una golden story che sarebbe pronta per il grande schermo. Quella di Gucci arrivato al suo novantesimo compleanno, in un racconto tra passato e futuro affidato alla sua mente creativa, Frida Giannini. Una storia dorata che si augura ai 16 debutti di stagione, numero record che segnala la voglia di dare un twist a un settore che sta cercando la sua strada. Dorata come le borchie che cospargono gli abiti di Versace per H&M, già oggetti di culto tramutati in riflessi a 24 carati nelle pupille di occhi modaioli. Goldeneye.