MFF 77 - #Atribute/#Tommy30


«It's time to celebrate», cantava Madonna nella sua Holiday. Ed è tempo di festeggiamenti per due icone dello stile internazionale. Da una parte Giorgio Armani, che in apertura di Expo 2015 ha festeggiato i suoi primi 40 anni di carriera. Celebrando lo stilista che ha trasformato l'estetica contemporanea della donna, rendendola powerful. E festeggiando l'imprenditore, alfiere del made in Italy nel mondo, alla guida di un colosso da oltre 2 miliardi di euro di fatturato. Dall'altra c'è Tommy Hilfiger, incarnazione del self made man americano che di strada ne ha fatta tanta da quei 150 dollari, e venti paia di jeans, utilizzati per iniziare la sua carriera. Con questo numero, dedicato al womenswear dell'autunno-inverno 2015/16, MFF-Magazine For Fashion sceglie di celebrare le icone della moda worldwide. Che si tratti di due outsider o di tre maison storiche francesi, come Chanel, Dior e Louis Vuitton, con un passato blasonato e un futuro tra avanguardia e tradizione. E poi un carosello di nomi, pronti a diventare le icone di domani. Da Julie de Libran, intenta a riscrivere l'eredità di Sonia Rykiel, a Tory Burch, passando per Christopher Kane e Lorenzo Serafini, impegnato a riprogettare Philosophy. Senza dimenticare il business, che punta deciso agli Usa, storici cultori di moda e lusso. Quel lusso raccontato anche dalle passerelle, sancito da un decorativismo potente. Per un settore che è ormai pronto a rialzare la testa.

By Stefano Roncato