MFF 85 - The wowness


Guardare il mondo attraverso delle lenti colorate. Che esaltino la luce, il colore, quelle tinte di una nuova primavera che sta sbocciando. Una primavera di libertà di espressione, di grandi cambiamenti, di sorrisi di fronte a quello che di nuovo si sta prospettando. Di sorprese, di schemi che vanno in pezzi e di speranza rinnovata. Perché il sistema della moda sta cambiando le regole, o meglio chi ha qualcosa da dire sta lasciando il segno seguendo vie molto personali. Con passione ma anche con divertimento. Agli appuntamenti tradizionali si affiancano momenti worldwide. Le sfilate co-ed, le cruise che impazzano sul globo. La nuova Milano, il desiderio di anticipare le sfilate per un next step con il retail. L'alta moda che esce dai confini tradizionali dei templi couture per approdare nelle strade. Di Tokyo, di Pechino, cuori pulsanti da un'estetica senza barriere. Come rimanere impermeabili? Il mondo non basta, citando un celebre film. Non basta neanche secondo MFF-Magazine For Fashion. Che ha incominciato a volare oltre gli schemi prestabiliti per dar voce a quei racconti che fanno anche un po' sognare. Con due emblemi che diventano protagonisti delle coverstory. Uno shooting intimo e una lunga, intensa chiacchierata con Alessandro Michele per respirare un po' del suo giardino d'alchimista da Gucci. Ricordi, emozioni, amore, passione, business, sogni. Parole da ascoltare, parole da tatuarsi nella mente, contengono l'anima contemporanea. Come quelle di Maria Grazia Chiuri, prima donna a disegnare l'universo femminile di Dior. Inaugurando una revolution estetica che ha esaltato il Dna della maison e che ha appena preso le tinte di una cherry blossom con lo show nel Sol Levante. Prossima tappa Los Angeles, la città degli angeli. Che aggiungono sempre un sorriso al loro sguardo.

By Stefano Roncato