MFL 33 - Über Luxury


Il Lusso nella sua accezione più ampia, dalla ricchezza primordiale di una pepita d’oro alla magnificenza sfacciata di un’architettura aurea. Passando per il lusso del tempo, slow e di qualità, o per i riti dell’artigianalità più sofisticata, tramandata di generazione in generazione. E ancora il lusso kitsch & tacky di una certa subcultura hip-hop figlia della modernità urbana. Sfogliare il nuovo numero di MFL-Magazine For Living, progetto editoriale studiato per raccontare un lifestyle della contemporaneità, è come entrare in una wunderkammer popolata da oggetti immaginifici, abitata da personaggi speciali. I primi sono i cult chiamati ad animare il Salone del Mobile 2014 e l’intera Design week, pronta ad accendere Milano in vista dell’Expo 2015. Le seconde sono le it-girls italiane ritratte nel laboratorio-atelier di Cassina, grazie al gemellaggio tra lo storico marchio italiano e la maison Louis Vuitton. Ma speciali sono anche le case che punteggiano il racconto del numero, tra il romanticismo di Amsterdam, il purismo radical-couture della Scozia e l’arredo regale di Saigon. Per definire un vocabolario luxury sempre più globale.

Stefano Roncato