MFL 39 - Bigdreams


Un playground onirico. Guidato dalle emozioni, in un labirinto dove la strada per muoversi si trova sospesa tra mente e realtà. Lo sguardo che non guarda, rapito da un viaggio fantastico. La voce sussurra un canto virtuale per entrare nel sogno, una terra di mezzo, luogo non luogo di passioni e sentimenti. È un inno alla libertà mentale che guida MFL-Magazine For Living, progetto nato per indagare nel lifestyle contemporaneo e nell’arredo di lusso. Cui si aggiunge una new wave, arte meets fashion plus love. Amore per i big dreams, per i mondi da creare. Libertà come quella espressa da Alessandro Michele, per segnare il nuovo corso di Gucci. Libertà come la visione filtrata dai colori pop, quasi musicali firmati da David LaChapelle. Fino al touch concettuale trasmesso dagli scatti firmati Dima Hohlov, affilato e surreale insieme. O la traduzione di un mondo zoomorfo nell’universo privato d’arredo ad opera dei nuovi talenti del design. Wild at heart, direbbe qualcuno. Per volare alto e toccare quelle vette, gemelle ovviamente, evocate da Twin Peaks, il primo tv serial d’autore tornato in scena dopo un quarto di secolo. Come era stato promesso profeticamente da Laura Palmer nell’ultima puntata. E subito torna agli occhi quella stanza dalle tende rosse con pavimento optical immaginato da David Lynch per raccontare la sua storia pulsante di icone surreali. Che si muovono nel suo playground da sogno.

by

Stefano Roncato