Sfilate

Casual luxury à la Bottega Veneta

Casual luxury à la Bottega Veneta

Rilassatezza lussuosa. Eleganza senza fronzoli e decisamente spontanea. L’inverno di Bottega Veneta secondo Tomas Maier è come il creativo stesso, che si veste per necessità e non per vanità. Indossa un pantalone di cashmere double face con l’elastico in vita...

20 Gennaio 2015

Il lusso reale  di Jil Sander by Paglialunga

Il lusso reale di Jil Sander by Paglialunga

Una nuova concretezza. Precisa, pura e atemporale. Autentica e vendibile. Il debutto in passerella del menswear Jil Sander firmato da Rodolfo Paglialunga si fonda su un preciso statement: dialogare con un uomo reale. «Ho voluto creare una silhouette avvolgente, confortevole,...

20 Gennaio 2015

L’unisex sostenibile  di Westwood

L’unisex sostenibile di Westwood

Poca spesa, tanta resa. Per il clima e la sostenibilità. «Ciò che preferisco disegnare al momento è la collezione unisex». Vivienne Westwood e Andreas Kronthaler non hanno dubbi. «È bella l’idea che una teenager possa indossare un maglione di suo...

20 Gennaio 2015

Emporio Armani, casual non casuale

Emporio Armani, casual non casuale

«Un casualwear non casuale». Giorgio Armani parla così dell’autunno-inverno 2015/16 di Emporio Armani, scegliendo di far aprire la sfilata ad alcuni look da sci di EA7 («Linea che viaggia intorno ai 100 milioni di euro di ricavi», ha poi aggiunto)....

20 Gennaio 2015

Piombo rinasce e trasloca in Brera

Piombo rinasce e trasloca in Brera

Massimo Piombo rinasce e vara ufficialmente l’apertura del suo nuovo headquarter milanese. Come anticipato da MFF (vedere il numero del 17 dicembre 2014), dopo il divorzio dal gruppo Ciro Paone e l’uscita da Palazzo Kiton in via Pontaccio a Milano,...

17 Gennaio 2015

Andrea Incontri riparte da Pitti

Andrea Incontri riparte da Pitti

Una rilettura di pezzi chiave del guardaroba e uno show misurato per il ritorno del designer in Fortezza da Basso.

15 Gennaio 2015

L’eclettismo no-sex di  J.W. Anderson

L’eclettismo no-sex di J.W. Anderson

I late 60s di un certo eclettismo libero. Quelli del menswear futuribile immaginato da Pierre Cardin. Quelli di uno spirito indipendente sofisticato ma non un touch di semplicità. In sottofondo, i concetti elaborati da Alfred Jarry e dalla sua Patafisica:...

13 Gennaio 2015